Basilicata: rigenerazione urbana e razionalizzazione del patrimonio pubblico

Il direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi ha incontrato i rappresentanti di Regione Basilicata, Comune di Potenza, Arma dei Carabinieri e Università della Basilicata per definire diverse iniziative di riqualificazione del territorio.

Rotonda in provincia di Potenza: capolinea della ciclovia di Lagonegro.

Questi gli accordi stipulati:

  • Ciclovia Lagonegro – Rotonda: capofila è Nemoli

Sottoscritto tra Agenzia del Demanio e Regione Basilicata l’accordo di programma per la rigenerazione della ciclovia Lagonegro-Rotonda che si estende per 30 km. L’Agenzia si impegna a trasferire alla Regione gli immobili ricadenti lungo la via ferroviaria dismessa, quest’ultima invece, in veste di soggetto promotore e coordinatore dell’accordo, si occuperà del progetto esecutivo degli interventi e del finanziamento. I comuni interessati dal progetto, hanno nominato il comune di Nemoli amministrazione capofila che curerà la fase di affidamento ed esecuzione lavori.

Basilicata: veduta aerea di Nemoli, capofila del progetto per la ciclovia fino a Lagonegro.

  • A Potenza il palazzetto del Coni

Ex palestra Coni a Potenza.

Nella sede della Regione, l’Agenzia del Demanio ha incontrato anche il sindaco di Potenza Dario De Luca per formalizzare il trasferimento del palazzetto Coni grazie allo strumento del federalismo demaniale. Attraverso mirati interventi di riqualificazione del bene, l’amministrazione locale potrà riportarlo nuovamente alle sue originarie funzioni agonistiche, restituendo alla città un luogo di aggregazione, sport e socialità.

  • La caserma Lucania come cittadella della sicurezza

Ex caserma Lucania a Potenza.

Il direttore dell’Agenzia del Demanio e il comandante Legione Carabinieri Basilicata, Alfonso Di Palma, hanno visitato la caserma Lucania che diventerà sede del «polo unico dell’Arma». A quattro mesi dalla firma dell’intesa per la realizzazione del nuovo federal building, in cui concentrare tutti gli uffici dei Carabinieri e dell’ex Corpo Forestale sparsi per la città, sono iniziati i lavori di riqualificazione del primo piano della palazzina A.
Grazie al finanziamento di 850 mila euro da parte dell’Agenzia, entro la fine dell’anno l’edificio potrà già ospitare gli uffici del Comando Legionale Basilicata. La nascita della nuova cittadella della sicurezza, oltre ad offrire un maggior presidio del territorio attraverso la centralità dei servizi, consentirà la chiusura di diverse locazioni passive a carico dello Stato con un risparmio complessivo annuo di 500 mila euro. Il Federal Building contribuirà anche alla rigenerazione urbana della città, consentendo di liberare immobili pubblici come la caserma Petruccelli, che verrà così destinata a nuove funzioni.

  • Immobili pubblici e Università: l’accordo con Università

Con il rettore dell’Università della Basilicata, Aurelia Sole, è stata firmata un’intesa con lo scopo di sviluppare una collaborazione scientifica per le attività di studio destinate alla valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico. L’Agenzia del Demanio si occuperà di individuare gli immobili su cui avviare progetti pilota, mentre l’Università metterà a disposizione il proprio know –how per la sperimentazione del nuovo modello Bim. L’Agenzia, in questi mesi, ha avviato altre collaborazioni con il mondo accademico, con il Politecnico di Milano, La Sapienza di Roma, la Federico II di Napoli e l’Università di Pisa per utilizzare questo strumento. L’obiettivo è di sviluppare e pianificare operazioni di manutenzione, razionalizzazione, sostenibilità energetica e di riqualificazione del patrimonio pubblico in modo più semplice, economico e trasparente.

L'articolo Basilicata: rigenerazione urbana e razionalizzazione del patrimonio pubblico sembra essere il primo su Imprese Edili.

 

News pubblicata su edinews
Consulta la fonte

Autore della pagina

  • Carlotta Berta

    Project Officer

    Seguire

  • Altre notizie

    Altre notizie

    Negli stessi temi