La crescita continua dei prezzi delle fonti energetiche obbliga le aziende ad adottare misure di efficienza energetica al fine di contenere i consumi. Inoltre il coinvolgimento delle PMI nella ormai avviata evoluzione "green" dei mercati deve orientare la progettazione e la produzione verso prodotti energeticamente più efficienti e a minor impatto ambientale anche secondo quanto disposto dalla Direttiva EPBD.

Le PMI incontrano quotidianamente numerosi ostacoli nell’implementazione di misure di efficienza energetica anche per un problema di reperimento di informazioni adeguate relative alle migliori pratiche da seguire per raggiungere prestazioni migliori.

In particolare le principali criticità sono:

  • mancanza di informazioni omogenee ed aggiornate rispetto a quelle in possesso delle multin...

La crescita continua dei prezzi delle fonti energetiche obbliga le aziende ad adottare misure di efficienza energetica al fine di contenere i consumi. Inoltre il coinvolgimento delle PMI nella ormai avviata evoluzione "green" dei mercati deve orientare la progettazione e la produzione verso prodotti energeticamente più efficienti e a minor impatto ambientale anche secondo quanto disposto dalla Direttiva EPBD.

Le PMI incontrano quotidianamente numerosi ostacoli nell’implementazione di misure di efficienza energetica anche per un problema di reperimento di informazioni adeguate relative alle migliori pratiche da seguire per raggiungere prestazioni migliori.

In particolare le principali criticità sono:

  • mancanza di informazioni omogenee ed aggiornate rispetto a quelle in possesso delle multinazionali;
  • mancanza di riferimenti chiari sull’implementazione delle disposizioni fornite dalla direttiva EPBD riguardo gli edifici industriali e commerciali e difficoltà di contestualizzare i potenziali benefici di tali azioni nel proprio mercato;
  • mancanza di una unica piattaforma europea di scambio di informazioni, dati e prodotti (es. standards, fornitori, bandi di gara);
  • difficoltà per le PMI e i professionisti di operare nei mercati extra-nazionali;
  • necessità di interpretare le tendenze di mercato a lungo termine al fine di adattare e migliorare le prestazioni energetiche e la sostenibilità dei propri prodotti e servizi;
  • mancanza di riferimenti a strumenti finanziari che possano coprire gli investimenti iniziali per interventi di efficienza energetica e fonti rinnovabili su edifici nuovi ed esistenti (es. E.S.Co., contratti EPC);
  • mancanza di certezze future sugli incentivi fiscali legati a interventi di efficienza energetica e fonti rinnovabili;
  • mancanza di un unico standard di riferimento per la valutazione della prestazione energetica degli edifici.

In questo quadro, per certi aspetti molto incerto, si devono ricercare le strategie vincenti per rimanere sul mercato adottando criteri di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica al fine di ridurre il proprio impatto ambientale e la propria spesa energetica oltre a valorizzare la propria immagine con un marchio “green”.

******************************************************************************




All
Posted
Shared
Da Antonio Visentin
22-01-2013
Tutta la documentazione è reperibile dal sito ufficiale della commissione europea: htt (...)
Buongiorno, sapete indicarmi il sito da cui poter scaricare tutta la documentazione necessari (...)
Oggi 23 Gennaio si tiene a Bruxelles l'Info Day ufficiale del progetto, ove verranno fornite i (...)
Dove posso trovare informazioni utili e quando scade il bando? Grazie Andrea
Buongiorno, il regolamento prevede una copertura massima del 75% dei costi complessivi ammiss (...)
Interessante! Il finanziamento quale % dei costi sostenuti copre? E quali paesi possono part (...)
Buongiorno, segnalo che il 13 dicembre 2012 la Commissione Europea ha pubblicato le nuove cal (...)
Discussion 587| 0
Da enrica marra
22-01-2013
In estrema sintesi la valutazione delle performance energetiche di un’industria avviene (...)
Salve, ma nella pratica come si svolge un audit energetico in ambito industriale? Grazie. S (...)
I benefici per l’impresa sono numerosi e possono far conseguire un miglioramento dell&rs (...)
E quali potrebbero essere i benefici per l’impresa che adotta tale iniziativa? Enrica
Buongiorno, Beh, innanzitutto bisogna ridurre gli sprechi ed ottimizzare il ciclo produttivo. (...)
Buongiorno, avrei da porre una questione a mio avviso importante ossia la riduzione dei consu (...)
Discussion 562| 0
Da Antonio Visentin
03-09-2012
Buongiorno a tutti, ho letto sulle news del sito Construction21 l’articolo sul nuovo ed (...)
Salve a tutti, sarebbe interessante fare un po il punto su quali siano le best practices sull (...)
Discussion 471| 0