Secondo la Direttiva 2010/31/EU, tutti i nuovi edifici dovranno essere a energia quasi zero entro il 2020 e gli Stati membri dovranno fissare obiettivi intermedi per il 2015. Un edificio ad energia quasi zero è un edificio che ha un rendimento energetico molto elevato. La quantità di energia richiesta, quasi pari a zero, dovrebbe essere coperta in gran parte mediante l'uso di fonti rinnovabili.

Il mercato offre innumerevoli soluzioni tecnologiche e strutturali per raggiungere tale obiettivo ma rimane d'obbligo una analisi dei costi relativi alle soluzioni che si intendono adottare che dovranno fornire un tempo di ritorno dell'extra investimento accettabile.

Parliamo quindi di quali saranno le migliori soluzioni progettuali che forniranno il miglior rapporto tra costi di costruzione e benef...

Secondo la Direttiva 2010/31/EU, tutti i nuovi edifici dovranno essere a energia quasi zero entro il 2020 e gli Stati membri dovranno fissare obiettivi intermedi per il 2015. Un edificio ad energia quasi zero è un edificio che ha un rendimento energetico molto elevato. La quantità di energia richiesta, quasi pari a zero, dovrebbe essere coperta in gran parte mediante l'uso di fonti rinnovabili.

Il mercato offre innumerevoli soluzioni tecnologiche e strutturali per raggiungere tale obiettivo ma rimane d'obbligo una analisi dei costi relativi alle soluzioni che si intendono adottare che dovranno fornire un tempo di ritorno dell'extra investimento accettabile.

Parliamo quindi di quali saranno le migliori soluzioni progettuali che forniranno il miglior rapporto tra costi di costruzione e benefici in termini di prestazione energetica dell'intero edificio.