Buongiorno,

oggi parliamo di un argomento poco dibattuto tra i progettisiti, la cui rilevanza è tuttavia riconosciuta anche dalla legislazione italiana vigente, le schermature solari.

Così come altri provvedimenti legislativi e programmi di incentivazione, l’EPBD promuove l’utilizzo di soluzioni tecniche passive per gli edifici, con l’obiettivo di ottenere, soprattutto in regime estivo, condizioni di comfort termico, riducendo o evitando il ricorso ad impianti di raffrescamento. Questo tipo di approccio appare tanto più urgente in climi mediterranei, come quello italiano, dove il fabbisogno energetico per il raffrescamento estivo degli edifici sopravanza quello per il riscaldamento invernale.

Una soluzione tecnica passiva per migliorare l’efficienza energetica dell’involucro edilizio è costituita dalle schermature solari, ovvero sistemi che, applicati ad una superficie trasparente, a seconda della tipologia, permettono l’attenuazione, il controllo e la modulazione della radiazione solare incidente sull’elemento trasparente, al fine di migliorare il comfort degli ambienti confinati e ridurre il fabbisogno energetico necessario al raffrescamento estivo degli edifici.

L’importante ruolo delle schermature solari nel ridurre il fabbisogno energetico per il raffrescamento degli edifici in regime estivo è ad oggi recepito dalla legislazione italiana nel DPR 59/09.

Al fine di limitare i fabbisogni energetici per il raffrescamento estivo e di contenere la temperatura  interna  degli  ambienti, il decreto ha introdotto l’obbligo, per gli edifici di nuova costruzione, dell’adozione di sistemi schermanti esterni per le superfici vetrate. Qualora  se  ne  dimostri  la  non  convenienza  in termini tecnico e/o economici, detti sistemi possono essere omessi in presenza di superfici  vetrate  con fattore solare minore o uguale a 0,5.

Lo stesso DPR introduce l’obbligo per il progettista di valutare puntualmente e  documentare  l'efficacia  dei  sistemi schermanti  delle  superfici  vetrate utilizzati,  esterni  o  interni.

Ultimo aggiornamento il il 23-05-2012 da De Falco Francesco

  • VISITO 1096 VOLTE

Struttura della pagina