Iscriviti alla community

FOTOVOLTAICO

  • Creato il 29-05-2012 con 4 pubblicazioni
  • VISITO 890 VOLTE
  • Antonio Visentin
    il 29-05-2012

    Buongiorno a tutti.

    L'emanazione del quinto conto energia sembra destare notevoli preoccupazioni a tutti i livelli decisionali e le aziende che operano i tale contesto si ritrovano congelate in una situazione incerta e per molti versi precaria.

    Anche gli investitori temporeggiano aggravando inesorabilmente la crisi che sta colpendo tale settore.

    Quali potrebbero essere le azioni da intraprendere nel breve termine per risollevare i destini che, per molte aziende del FV, sembrano già definiti?

    Eligio Goffo
    il 01-06-2012

    Buonasera

    Sono passati pochi anni dall'emanazione del primo conto energia e siamo al V conto energia.I meno giovani si ricorderanno il progetto pilota dei 10.000 tetti FV nei primi anni 2000.

    La continua modifica delle norme e delle modalità operative purtroppo ha tagliato risorse che nel lungo periodo avrebbero permesso se non a tutti a molti di sviluppare lo stesso quantitativo di energia lavorando non meno ma meglio.

    Il V Conto Energia costringerà molte aziende a lavorare al 1000% fino al 30 giugno ( facciamo meta luglio) e poi a zero da agosto in poi ...

    Ricette sulla soluzione di questi problemi non ne hanno nessuno ma trovo molto interessante l'idea di dare un bonus sulla quota di autoconsumo , non sarà possibile per tutti, ma stoccare energia in esubero di giorno con batterie ad ok per auto consumare di notte lo trovo corretto anche per chi ha l'impianto già connesso.Questi porterà ad un "ibrido" tra un impianto stand alone ed un grid connected!

    Buona continuazione 

    Eligio

    Arianna Mondin
    il 18-03-2013

    Buongiorno, 

    La settimana scorsa ho allacciato un impianto fotovoltaico residenziale da 3 kW/p.

    Il cliente non ha voluto avviare la pratica del quinto conto energia, motivo per cui gli ho proposto di attivare il 55% di detrazione previsto per gli interventi di efficienza energetica. 

    Come devo procedere con la documentazione?

    Grazie, 

    Arianna Mondin per l'azienda Delta Service

    Antonio Visentin
    il 18-03-2013

    Gentile Arianna, 
    l'intuizione della sua risposta, pur dovendo essere leggermente ricollocata, è sostenibile presso il cliente.
    Premetto subito, però, che la detrazione sostenibile per il residenziale è del 50% ed è riferita alla ristrutturazione. E' infatti della settimana scorsa la risposta ufficiale dell'Agenzia delle Entrate in merito alla detrazione Irpef del 50% su installazione di impianti fotovoltaici residenziali la quale sentenzia:
    "che l'installazione di impianti fotovoltaici rientra fra gli interventi che possono fruire delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie con finalità energetica. Per tale intervento dove sottolinea che non è necessaria la certificazione energetica dell'edificio essendo insita nello spirito dell'intervento.
    Si ricorda che per beneficiare della detrazione l'impianto dev'essere installato in maniera funzionale ai consumi energetici dell'edificio, ovvero per far fronte ad alimentazione di apparecchi elettrici, illuminazione ecc.. 
    E' confermato il cumulo della detrazione fiscale con lo scambio sul posto, ovviamente è esclusa l'accumulabilità con la tariffa incentivante del quinto conto energia".
    Nella speranza di averle dato un importante chiarimento, 
    Saluti,
    Antonio