Edilizia sostenibile: in corso il progetto I-Town sulla formazione

 

E’ entrato nel vivo il progetto europeo I-Town, cui l’Ance partecipa insieme a Formedil, Assistal, Fondazione Ecipa-Cna, Politecnico di Torino, Renael, Sinergie e Università di Napoli Federico II.

I-Town ha l’obiettivo di creare e aggiornare i programmi di formazione rivolti ai lavoratori dell’edilizia specializzati nel settore dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili negli edifici, e costituisce il seguito dell’ormai concluso progetto Build Up Skills (anch’esso con la partecipazione dell’Ance), che aveva individuato le esigenze formative legate alle nuove tecnologie da inserire nei corsi di formazione/aggiornamento.

I corsi di formazione intendono essere un investimento per la sostenibilità che si attua grazie ad una elevata qualità delle competenze dei lavoratori, attraverso programmi di formazione che si basano su un rapporto equilibrato tra teoria e pratica.

Il progetto si sviluppa attraverso i seguenti step.

Per la formazione dei lavoratori, punto di partenza è l'elenco nazionale delle qualifiche già approvato dalle Regioni e dalle Province autonome. In primo luogo sono effettuate rilevazioni iniziali sulle conoscenze, competenze e abilità esistenti ed emergenti nelle aree identificate come prioritarie per l'edilizia verde. I dati rilevati costituiranno la base per l'architettura dei programmi modulari di formazione e per i materiali formativi adeguati.

Per la formazione dei formatori, nelle aree prioritarie identificate verranno sviluppate metodologie innovative e contenuti tecnici che poi saranno trasferiti ai formatori tramite azioni pilota realizzate con il supporto dei partner.

Per la certificazione e qualifica dei lavoratori, il riconoscimento e la validazione di sistemi ottimizzati dal progetto verranno realizzati tenendo conto degli standard richiesti dal decreto legge 16 gennaio 2013. Per tale ragione il progetto metterà in atto procedure per valutare l'apprendimento formale, informale e non formale e definirà standard minimi a garanzia della qualità dei processi formativi.

Per garantire la sostenibilità a lungo termine del progetto, sarà incoraggiato il dialogo continuo con le parti sociali per l'adozione dei risultati del progetto nell'ambito nazionale dei contratti, promuovendo il trasferimento dei risultati verso i partner internazionali, specialmente quelli collegati alla forza lavoro migrante presente in Italia.

Per l’attività di disseminazione e di comunicazione, tutti i partner sono impegnati a promuovere i risultati di I-Town con la partecipazione a conferenze ed organizzando workshop specifici. I materiali formativi saranno pubblicati sul www.bus-itown.eu del progetto dove verrà a breve costruita anche una piattaforma e-learning dedicata.

Si riporta in allegato la newsletter 02 del progetto, nella quale sono riportati tutti gli appuntamenti e gli eventi in programma nei mesi a venire.


Moderato da : Leila Bizziccari

Altri "Informazioni"

Aiutaci a costruire città sostenibili [Survey]

Pubblicato il 07 feb 2018 - 10:00

Durante gli incontri mondiali  focalizzati sui cambiamenti climatici le città sono sempre più al centro dell’attenzione.  Inoltre gli studi dimostrano come con l'aumentare della popolazione aumenti anche  l’attenzione sugli insediamen (...)

Construction21 sfida gli sviluppatori di tutto il mondo

Pubblicato il 05 feb 2018 - 00:00

Construction21, in collaborazione con CIRIDD e Ecole des Mines Saint Etienne, lancia una sfida nell'ambito del programma Unite Ideas delle Nazioni Unite. L'obiettivo? Realizzare la sua trasformazione in una piattaforma ancora più user (...)

[Survey] Aiutaci a migliorare Construction21

Pubblicato il 19 gen 2018 - 00:00

Nel 2018 i team di Construction21 ed i loro partner lavoreranno al miglioramento della piattaforma. E’ nostra intenzione adattarla al meglio alle vostre esigenze. Per fare ciò, abbiamo creato un sondaggio al fine di valutare gli usi (...)





Ricerca fra le news

Inserisci una parola chiave



Altre news



Categorie


Articoli più letti